Musica Recensione Musicale

Deiv & Them – Deiv & Them

deiv them

Deiv & Them - Deiv & Them

A Cremona non ci sarà una vera propria “scena”, anzi, è vero che anche chi suona, in linea di massima, tende a farsi gli affari suoi, però è innegabile che proposte di qualità siano presenti, e anche abbastanza numerose.
Per esempio, di un esordio come questo, omonimo, di Deiv & Them, non si può che scrivere bene. Certo, ascoltandolo si percepisce chiaramente il debito verso Dave Matthews Band e affini (io a tratti sento anche l’eco di Jack Johnson, tanto per fare un altro nome), ma le canzoni sono belle, e non c’è motivo di non giudicarle tali solo perché tutt’altro che sperimentali o contaminate. Venti minuti di folk rock elettroacustico, sanguigno e appassionato, senza una nota che non sia suonata. Certi brani hanno il merito di farci dimenticare completamente la brughiera cremonese, come nell’energica apertura di Too Late, o in Tight Shoes, con il suono simil-Hammond in evidenza; in altri momenti accade tutto il contrario, come nelle tristi This Rain e tuohtiW, collocate in alternanza. Soprattutto quest’ultima ha in sé il mood umido e l’angoscia sottile del novembre cittadino, e il finale pestato è fintamente consolatorio, perché l’acqua che scorre attraversa anche l’ultimo secondo della canzone. Emoziona la voce raddoppiata di Trees, stile Elliott Smith. La chiusura con The Healer Of Men sembra guardare più vicino, al folk britannico di atmosfera medievaleggiante, un po’ alla Led Zeppelin III.
Lascio una riga a parte per le lyrics: stando ai miei scaffali, questo disco può vantare i migliori testi in inglese di una produzione locale degli ultimi anni. Migliori per contenuti e complessità, ma anche per forma e pronuncia (quello di Tight Shoes è proprio divertente).
Davide Carrettin (voce, chitarra, testi), Francesco Zanetti (basso) e Antonio Bonfatti (batteria) suonano insieme da almeno cinque anni (che, a vent’anni, è come dire da una vita): già a metà decennio coverizzavano classici dell’hard rock col coltello tra i denti. Per il progetto Deiv & Them, l’unico nuovo innesto in formazione è stato quello di Alessandro Vivona alle tastiere e chitarra. È quindi un peccato sapere che, mentre scrivo, la formazione è già disgregata: rimane Deiv, al momento solista, e non si sa chi saranno (se ci saranno) gli altri… Them. Questo bel cd, puntualmente registrato da BeatBazar, immortala comunque una fase creativa di giovani e capaci musicisti, ed è una cosa bella in più uscita dalla città delle nebbie.

Riguardo l' autore

McA

Si registra sul Forum di Cremonapalloza in data 01/02/03 senza farlo apposta e senza sapere che quel momento costituirà davvero un nuovo «Via!» della sua vita.
Nel 2006 è tra i fondatori dell’Associazione Cremonapalloza, di cui ricopre da sempre il ruolo di Segretario.
Ama il cinema, il rock e la Cultura in generale.

Commenta

Clicca per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

D.E. S.I.C.A.

  • Tutti i premiati del D.E. S.I.C.A. 17
    Tutti i premiati del D.E. S.I.C.A. 17
    D.E. S.I.C.A. 17
    Daylong Emergent Showbiz Initiative Cremonapalloza Award  Miglior cortometraggio
    Loma Video - L’eclittica del Sagittario  Miglior interpretazione
    Francesco Samperi per Señor Spielbergo Squad - Riallineamento  Miglior montaggio
    Bergamin Production - Il segno del topo  Miglior sceneggiatura
    ImproVabili - 17 dicembre, sotto il segno dell’Ofiuco  Premio del pubblico
    Bergamin Production - Il... Continua »
  • D.E. S.I.C.A. 17 al gran finale, stasera al Filo proiezioni e premiazioni
    D.E. S.I.C.A. 17 al gran finale, stasera al Filo proiezioni e premiazioni
    Errata Porridge, I Fratelli Grimbol, Loma Video, Señor Spielbergo Squad, Coumpagnaa Col Portulòto, ImproVabili, Sifa Production, Alice Libera, Bergamin Production, Gente Di Mare, Galileo, Non Guardarmi: sono questi i nomi delle 12 squadre in concorso per aggiudicarsi l’edizione numero 17 del D.E. S.I.C.A., concorso di cortometraggi a tema... Continua »

LIBER

  • Un ragazzo dagli occhi bianchi
    Devo proprio raccontare questa cosa.
    Facevano il banchetto, i Morandi. Ogni terza domenica del mese, al mattino, dopo la messa. Mettevano giù una tovaglia per terra, sopra una specie di montagnola fatta di asfalto e di sassi catramati rimasti lì dai lavori dei garage. L’aveva sollevata d’estate la... Continua »
  • Entusiasmo
    Era un classico sabato sera invernale di provincia con un cazzo da fare, ma migliaia di giovani si stavano preparando per viverlo.
    Una settimana sui banchi di scuola o al lavoro doveva essere lasciata alle spalle con una serata da leoni, giocandosi alla roulette russa delle strade provinciali... Continua »

FORUM

  • Musica • Re: Live 2022
    Si è conclusa ieri al Parco Didattico Scout la 27ª Arci Festa, che ha visto susseguirsi concerti per tutte le undici sere, dal 29 luglio all'8 agosto, e che – ça va sans dire – ho frequentato per intero, seguendo i live di (in ordine cronologico di esibizione):... Continua »
  • ImmaginAzione • Re: Quadri, una collezione.
    ImmaginAzione • Re: Quadri, una collezione.

    Prima di essere il protagonista della serie La casa di carta, Salvador Dalì è stato anche pittore.
    Qui riproduce su cartone il volto della nota e trasgressiva attrice Mae West in un caratteristico trompe l'oeil surrealista a guisa di arredamento.
    Quarant'anni dopo aver realizzato il quadretto, questo progetto di interior... Continua »