Musica Recensione Musicale

Beck – Guero

beck guero

Beck - Guero

Ogni album di Beck è sempre atteso con trepidazione da chi naviga poco volentieri nell’oceano della musica mainstream, anche se qualcosa lo si è imparato, con il tempo: l’alternanza tra ritmo e relax nelle le sue uscite.
Guardiamo il penultimo: Sea Change. Veramente rilassato. Logico quindi aspettarsi un album musicalmente all’opposto. E in più la coproduzione con i Dust Brothers (come in Odelay!) lascia ben sperare in tal senso.
Bene, probabilmente l’intenzione non è questa, perché, se così fosse, l’obiettivo non sarebbe centrato, almeno non in pieno. Si parte infatti a spron battuto con E-Pro, una canzone che sembra, a posteriori, fatta apposta per confermare quanto precedentemente accennato: semplice e un po’ sporca, con un coretto «Na na na» che più orecchiabile di così non si può (la heavy rotation su MTV è assicurata…), e poi Qué Onda Guero, una specie di hip hop (non so come altro definirlo) ispanico che sembra uscito da Odelay!
Le canzoni successive sono certamente suonate bene e presentano apprezzabili scelte strumentali, ma essenzialmente mancano di mordente, di quella specie di “schizofrenia” musicale a cui Beck ci aveva abituato, quando non sono proprio permeate di quell’atmosfera eterea e ovattata che aveva caratterizzato Sea Change, con Scarecrow e Farewell Ride che si differenziano un po’, seppur in maniera diametralmente opposta.
Con questo disco viene confermata l’indiscutibile capacità compositiva (e, superficialmente, vocale) di Beck (occorrerebbe un ascolto più approfondito per un giudizio sui testi…), ma si rimane un po’ con i piedi per terra, senza battere il tempo.
A discolpa di Beck, è evidente come l’artista sia per tutti (me compreso) in competizione subliminale con il suo passato: un atteggiamento poco corretto nei confronti di un disco come Guero, che comunque dimostra chi sa fare musica (Beck) e chi no (inserite un nome a piacere).

Riguardo l' autore

jami

non c'è spazio a sufficienza per scrivere tutto.

Commenta

Clicca per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

D.E. S.I.C.A.

  • Tutti i premiati del D.E. S.I.C.A. 17
    Tutti i premiati del D.E. S.I.C.A. 17
    D.E. S.I.C.A. 17
    Daylong Emergent Showbiz Initiative Cremonapalloza Award  Miglior cortometraggio
    Loma Video - L’eclittica del Sagittario  Miglior interpretazione
    Francesco Samperi per Señor Spielbergo Squad - Riallineamento  Miglior montaggio
    Bergamin Production - Il segno del topo  Miglior sceneggiatura
    ImproVabili - 17 dicembre, sotto il segno dell’Ofiuco  Premio del pubblico
    Bergamin Production - Il... Continua »
  • D.E. S.I.C.A. 17 al gran finale, stasera al Filo proiezioni e premiazioni
    D.E. S.I.C.A. 17 al gran finale, stasera al Filo proiezioni e premiazioni
    Errata Porridge, I Fratelli Grimbol, Loma Video, Señor Spielbergo Squad, Coumpagnaa Col Portulòto, ImproVabili, Sifa Production, Alice Libera, Bergamin Production, Gente Di Mare, Galileo, Non Guardarmi: sono questi i nomi delle 12 squadre in concorso per aggiudicarsi l’edizione numero 17 del D.E. S.I.C.A., concorso di cortometraggi a tema... Continua »

LIBER

  • Un ragazzo dagli occhi bianchi
    Devo proprio raccontare questa cosa.
    Facevano il banchetto, i Morandi. Ogni terza domenica del mese, al mattino, dopo la messa. Mettevano giù una tovaglia per terra, sopra una specie di montagnola fatta di asfalto e di sassi catramati rimasti lì dai lavori dei garage. L’aveva sollevata d’estate la... Continua »
  • Entusiasmo
    Era un classico sabato sera invernale di provincia con un cazzo da fare, ma migliaia di giovani si stavano preparando per viverlo.
    Una settimana sui banchi di scuola o al lavoro doveva essere lasciata alle spalle con una serata da leoni, giocandosi alla roulette russa delle strade provinciali... Continua »

FORUM

  • TV, serie e altro • Re: Boris
    Su RaiPlay, Sei pezzi facili di Mattia Torre.

    https://www.raiplay.it/programmi/seipezzifacili

    Sei pièce teatrali messe in scena per la tv, sotto la direzione artistica e la regia di Paolo Sorrentino. Un progetto dedicato al genio di Mattia Torre, interpretato da attori-amici, compagni di tante avventure di cinema, teatro e fiction.
    Regia: Paolo Sorrentino
    Interpreti:... Continua »
  • Musica • Re: La canzone che ti tira su
    Party Hard, singolone trainante dall'esordio di Andrew W.K. (datato 2001), mi tira invariabilmente su per vari motivi: dall'entusiasmo senza cognizione del nostro uomo (che è anche attore, wrestler, motivatore e ha suonato la batteria per 24 ore di fila) alla somiglianza che diverse persone ravvisano tra lui e... Continua »