Letteratura

Infinite Jest di David Foster Wallace, la recensione

infinitejest ita

Nella vita ci si può innamorare di tante cose: donne, uomini, dischi, cani, Vespe… Io mi sono innamorato di un libro: Infinite Jest, di David Foster Wallace. Un romanzo di più di 1400 pagine, ma che alla fine ti lascia il rimpianto che non fossero tremila o cinquemila. L’enorme affresco di una società schiava di tutti i tipi di dipendenze, una galleria di personaggi commoventi e strampalati, una collezione di storie grandi e piccole, la realtà su carta più reale del reale, violenza, paranoie, deformità, prestigio, telefonate, grandi manovre e piccoli drammi quotidiani.
Se vi ho incuriosito, leggete la mia recensione.

D.E. S.I.C.A.

  • Tutti i premiati del D.E. S.I.C.A. 15
    Tutti i premiati del D.E. S.I.C.A. 15
    D.E. S.I.C.A. 15
    Daylong Emergent Showbiz Initiative Cremonapalloza Award 🏆 Miglior cortometraggio
    Loma Video – Il cortile sulla finestra 🏆 Miglior interpretazione
    Dario Camozzi per Random Ramen – Click Clack 🏆 Miglior montaggio
    Australopitechi – In Game 🏆 Miglior sceneggiatura
    Proxima Centauri – Galileo 🏆 Premio del pubblico
    Coumpagnaa Col Portulòto – Ducktale 🏅 Menzione per... Continua »
  • D.E. S.I.C.A. 15 al via, il tema
    D.E. S.I.C.A. 15 al via, il tema
    Il tema del D.E. S.I.C.A. 15 è: Prestazione inconsapevole... Continua »

LIBER

  • Macchie
    Ogni sera e ogni giorno incontro Snicio o Micioopy. Lo trovo sempre in Piazza Roma, dalle parti del Filo. Mi vede e mi viene incontro miagolante con la sua coda nera, ritta come antenna, quelle delle nostre radio captano musica, la sua i croccantini. Nella mia borsa tengo... Continua »
  • Corona 17. Dissidenti
    Con gli amici ci si dà appuntamento la domenica mattina in edicola, in un’edicola che possa essere facilmente raggiungibile tramite una valevole scusa per tutti.
    WhatsApp, chat di gruppo n. 1459: «Si va davanti a Zara».
    Per me è perfetto perché ho già in mente come sfangarla: «L’unica... Continua »

FORUM

  • Musica • Re: Il vinile del giorno
    Musica • Re: Il vinile del giorno
    Neil Young - After The Gold Rush (1970, ristampa 1978)

    Nonostante Cizzu sostenga da sempre che io sia Neil Young, non posso dirmi esperto del cantautore canadese.
    Scopro questo capolavoro di abbacinante bellezza a mezzo secolo dalla sua pubblicazione, e me ne scuso.

    ... Continua »
  • Musica • Re: Il vinile del giorno
    Musica • Re: Il vinile del giorno
    Pink Floyd - Pompei (1975)

    È un bootleg statunitense pirata dalla resa audio scarsa, oggi reso superfluo dalla facile reperibilità dello stesso materiale ad alta qualità, la copertina è assurda (una famiglia araba?), insomma: è roba per collezionisti.

    ... Continua »